martedì 16 settembre 2014

Recensione: Mai per amore di Penelope Douglas

INTRODUZIONE
Scrittrice: Penelope Douglas
Serie: The fall away#1
Titolo: Mai per amore
Genere: New Adult
Numero Pagine: 352
Costo: 9,90€ 
Casa Editrice: Newton Compton
Traduzione: Clara Serretta
Prima Edizione: 28 Agosto 2014
Giudizio Personale: 5 stelle su 5


TRAMA
Un tempo Jared e Tate erano grandi amici: sono cresciuti insieme, si sono aiutati a vicenda nei momenti difficili. Ma, dopo un’estate che hanno trascorso lontani, Jared è cambiato. Il bambino dolce di una volta si è trasformato in un ragazzo difficile e astioso, sempre pronto a offendere e deridere Tate, a schernirla e a farla oggetto dei propri soprusi. A scuola le ha reso la vita un inferno, e Tate non sa più come difendersi: vorrebbe odiarlo eppure non ci riesce, perché sente che il suo vecchio amico ha sofferto, che questa sua prepotenza nasconde una profonda ferita. Deve scoprire il motivo della sua rabbia, raggiungere il suo cuore e carpire il segreto da cui lui ha deciso di tenerla all’oscuro…


La storia...

Tate conosce Jared da quando, da bambina, si è trasferita vicino casa sua. Fin da subito tra i due si è stretto un forte legame da farli diventare migliori amici. Jared sembrava in grado di capirla più di chiunque altro, persino più del padre, e di sostenerla sempre nei momenti di maggior bisogno, come la perdita della madre. Sapevano di poter contare l'uno sull'altra e facevano proprio il dolore di ciascuno. Sono stati tutto questo fino a quando, inspiegabilmente, tornato da un'estate vissuta con il padre, Jared è diventato scortese e arrogante, duro e freddo come il ghiaccio. Come se si fosse costruito un muro intorno a lui e volesse tenere lontano tutti. Compresa Tate. Anzi, nei confronti della ragazza ha riservato per anni atteggiamenti assai più duri rispetto agli altri, rendendole la vita al liceo un vero inferno.


Jared si gustava la mia infelicità come se fosse una caramella. Mi aveva dato ancora una volta in pasto ai lupi, godendo del dolore che mi procurava. Jared, il mio amico, era sparito e un mostro freddo e crudele aveva preso il suo posto.

Tate ha passato le superiori a subire prese in giro, angherie, essere oggetto di derisione e pettegolezzi alquanto offensivi. E dietro a tutto questo c'era sempre stata la stessa persona: Jared. Il suo Jared. Quel ragazzino che da piccolo si arrampicava con lei sugli alberi e sgaiattolava nel suo letto per dormire insieme a lei. Tate non ce l'ha fatta più. E' stata abbattuta e amareggiata specialmente perché non ha mai saputo il motivo per cui si meritasse tutte quelle cattiverie che l'hanno portata con il tempo ad odiarlo. E non lo sa nemmeno ora. Sa anche che nonostante tutto non si è ancora rassegnata alla fine del loro rapporto.


Un tempo eravamo amici, e io non riuscivo a non cercare nei suoi occhi una traccia del ragazzino che era stato. Ma che vantaggio avrei potuto trarre dal restare ancorata a quei ricordi?

Ma cosa diavolo è successo?. Ora la situazione non è cambiata, se non peggiorata, e Tate trova consolazione nel fatto di partire e stare lontano da lui per un anno intero. Spera in cuor suo che al ritorno dall'anno scolastico all'estero, in Francia, Jared si sia calmato e abbia messo da parte i suoi comportamenti insolenti. Ma con suo profondo rammarico al ritorno niente è mutato. Jared continua ad essere lo stesso sbruffone di sempre ma a sorprenderla invece è il suo nuovo modo di affrontarlo. Se prima subiva in silenzio, ora respinge le provocazioni a testa alta sbalordendo, in segreto, il ragazzo.


Jared ormai era sparito. Al suo posto era rimasto un odioso e insopportabile pezzo di merda che non mostrava nei miei riguardi nemmeno un briciolo di rispetto.

La guerra continua arrivando a un punto in cui Tate, costatando che stava trascurando gli studi e allontanando una possibile ammissione alla Columbia, decide di farla finita e di mettersi a nudo facendo trapelare tutto il suo dolore e le sue ferite. Jared, colto alla sprovvista dalla pesante confessione e rendendosi conto per la prima volta di ciò che stava facendo e che ha fatto passare a Tate, la sua amica che era arrivato a chiamarla addirittura con il suo nome completo Tatum, è deciso di rincorrerla e di riguadagnare la sua fiducia.


Ti amo più di quanto amo me stesso, più della mia stessa famiglia, per l'amore di Dio. Non voglio fare un altro passo in questo mondo se non ho te al mio fianco.

Ma a volte non basta sorvolare il passato e Tate questo lo sa. Fino a quando Jared non riuscirà ad aprirsi con lei, questa non riuscirà a perdonarlo. Cosa sceglierà Jared? E' pronto a condividere il suo passato? Ma soprattutto...si può fidare di Tate?.


Ieri durerà per sempre.
Domani non arriverà mai.
Fino a quando non avrò te.


I miei pensieri...

"Ci sono libri che restano nel cuore e nella mente" e Mai per amore è uno di quelli!! Con il primo di questa magnifica serie "The Fall Away", la Douglas ci ha fatto sognare tenendoci attaccate a questo libro minuto dopo minuto a leggere la dolce storia di Jared e Tate. Il libro si apre con un piccolo prologo in cui vediamo Tate che si prepara a intraprendere il suo viaggio didattico all'estero e assistiamo all'incombente minaccia di Jared in cui le dice che al suo ritorno lui sarà ancora lì. Dopo il prologo (e quindi dopo l'anno che la ragazza ha trascorso fuori), la narrazione riprende accompagnando Tate nel suo ultimo anno alle superiori. La vicenda è esposta dal punto di vista della giovane. Di questo romanzo ho amato tutto, sono completamente soddisfatta dell'acquisto e del tempo che ho speso! La lettura è piacevole e leggera, non da spazio a distrazioni e soprattutto non annoia. Un testo fluido movimentato da personaggi di forte temperamento. Parlando di questi non c'è né stato uno che non meritasse le mie attenzioni: dai protagonisti, ai migliori amici e addirittura anche alle comparse!!. Adorerete Jared e Tate, queste anime tormentate dall'odio reciproco ma che in realtà fremono di desiderio ad ogni loro piccola vicinanza. Tate è la protagonista per eccellenza: sarcastica, orgogliosa e dolce. Jared, dal canto suo, vi farà innamorare per i suoi modi di fare così...mmmm... da cattivo ragazzo eheh :D. In questa frizzante vicenda dove odio e amore sono un tutt'uno, anche l'ironia è garantita!! Vedrete quante risate farete con la nostra Tate e il nostro Jared. Ma anche con i migliori amici di ognuno di loro (che saranno poi i protagonisti dei successivi romanzi della serie). In particolare mi ha colpito Madoc!!. K.C, invece, è quella che mi è piaciuta leggermente di meno. Forse la mia scelta è dovuta dal fatto che "tradisce" l'amica. Bah!. I dialoghi comunque sono accesi e "vivi"( come una partita di tennis: un continuo scambio di frecciatine**).Il livello di sensualità si tiene sul piccantino *-* ehe. Davvero, non c'è che dire... una lettura assolutamente consigliata che non spicca tanto per l'originalità quanto per il modo in cui la scrittrice ha saputo mantenere l'attenzione del lettore fino alla fine.

Colonna sonora di Mai per amore (Broken - Seether & Amy Lee)




In conclusione gli affido 5 dolcetti su 5

2 commenti:

  1. Ciao Nicky! Questo libro l'ho amato, adoro la penna della Douglas e Tate e Jared sono personaggi che rimangono impressi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione Jess <3 <3

      Elimina