domenica 7 agosto 2016

Recensione: "Una notte senza fine" di Whitney G.

INTRODUZIONE
Scrittrice: Whitney G.
Titolo: Una notte senza fine
Genere: Romance/ Erotic
Serie: Splendido dubbio series#1
Numero Pagine: 75
Costo: 2,99€ 
Casa Editrice: Newton Compton
Prima Edizione: 26 Aprile 2016.
Traduzione: Valentina Iacoponi
Narrazione: Prima persona, pov alternati Andrew/Aubrey
Giudizio Personale: 4 dolcetti su 5

TRAMA
Sono un uomo esigente, ho dei desideri.

E so esattamente come soddisfarli: le voglio bionde, formose e preferirei non fossero delle maledette bugiarde… (ma questa è un’altra storia). Sono un avvocato di grido e non ho tempo da perdere in una relazione, quindi vado a letto con le donne che incontro online. Le regole sono semplici. Una cena. Una notte. E basta. È solo sesso occasionale. Niente di più. Niente di meno. O almeno era così, finché non è arrivata “Alyssa”… In teoria sarebbe dovuta essere un avvocato di ventisette anni, un’accumulatrice compulsiva di libri, una donna senza nulla di attraente. Doveva essere qualcuno con cui scambiare consigli legali nel cuore della notte, qualcuno a cui poter confidare i dettagli delle mie scorribande settimanali. Ma poi è entrata nel mio studio per un colloquio – da stagista - ed è cambiato tutto…




La mia recensione...
Hola booklovers, siamo già a domenica è incredibile come voli il tempo. E, cosa ancora più sconcertante, siamo già nel mese di Agosto. Quest'estate sta volando alla velocità della luce. Ok, non vi ho scritto oggi per deprimervi, quindi non cambiate pagina e "godetevi" questa nuova recensione stuzzicante del libro di Whitney G. Si tratta di un romanzo molto hot e soprattutto molto piccolo. Infatti ha pochissime pagine e si legge molto velocemente. Una notte senza fine è il primo della trilogia splendido dubbio, che ruota attorno alla storia frastagliata di Andrew e Aubrey. Andrew è il classico playboy sexy strappa mutandine, assolutamente allergico alle relazioni, mentre Aubrey è la brava ragazza con la passione della danza e con un risentimento verso i genitori oppressivi. Insomma, stereotipi visti e rivisti. Un particolare che non ho gradito affatto è stata la scelta editoriale di "spezzare" la storia in più volumi. Dato che si tratta di libricini, era più sensato dare vita ad un unico libro. E' talmente fugace che non fai in tempo ad entrare nella storia che è già finita. Il finale lascia molta tensione, con un colpo di scena del tutto inaspettato. Per il resto la storia è molto scorrevole grazie ad uno stile fluido e accattivante che Whitney G. ha saputo usare con molta dimestichezza. Diciamo che con questo libricino abbiamo scoperto i profili dei nostri protagonisti, ma la parte corposa della storia prenderà piede solamente nei libri successivi.

In conclusione gli affido 4 dolcetti su 5
Bello

Nessun commento:

Posta un commento