lunedì 12 giugno 2017

Rcensione: "Il mio ricordo più bello" di K. A. Linde

Scrittrice: K. A. Linde

Titolo: Il mio ricordo più bello

Genere: Contemporary Romance

Serie: Record Series#2

Traduzione: Elisa Tramontin

Numero Pagine: 384

Costo: 4,99 €

Casa Editrice: Newton Compton

Prima Edizione: 19 Aprile 2017

Narrazione: Terza persona, pov Liz

 Giudizio personale: 3 / 5
 
Amore in prima pagina Series

Dall'autrice bestseller del New York Times

Per la reporter Liz Dougherty il giorno delle elezioni, un giorno dedicato al futuro e agli addii al passato, sembra il momento migliore per iniziare una nuova storia. Ma i sentimenti per la sua vecchia fiamma non si sono ancora spenti.  Meglio raccogliere i cocci e andare avanti o ricominciare da dove ci si era fermati?

Buongiorno cari lettori e care lettrici <3
Oggi vi parlo de Il mio ricordo più bello, secondo romanzo della Record Series (Amore in prima pagina) scritta dall'autrice americana K.A Linde e pubblicata per noi grazie alla Newton Compton editori. 
Nonostante sia rimasta parecchio delusa e insoddisfatta dal primo primo libro (recensione qui) ho voluto comunque proseguire questa serie perché speravo in cuor mio che migliorasse andando avanti. In fin dei conti ci ho creduto così tanto che non mi andava proprio di abbandonarla, perciò ho continuato a leggere la storia di Liz e Brady, però con meno slancio di quanto ne avessi avuto all'inizio.  E' sempre difficile trovarsi a recensire un libro di una serie perché hai sempre il terrore di spingerti troppo in là con le parole, rischiando di fare spoiler indesiderati, ma vi giuro che farò del mio meglio per rivelarvi il meno possibile. Mi limiterò alle cose essenziali, insomma.
Detto questo, andiamo a incontrate nuovamente i nostri protagonisti e a scoprire cosa ci aspetta in questa nuova avventura ambientata sempre in campagna elettorale, dove amore e politica non sempre combaciano. In particolare se i soggetti in questione sono una giornalista e un deputato.

Nel giorno delle primarie, Liz Dougherty, giornalista universitaria, si è ritrovata a fare una scelta difficile. Ha infatti messo un punto definitivo alla sua storia e al suo legame con il senatore, ormai deputato, Brady Maxwell. Nessuna parola, solo uno sguardo significativo lanciato da Liz durante il suo discorso di vittoria. D'altronde, non ha avuto alternative. Le loro carriere erano un intralcio per la loro relazione e Liz voleva qualcosa di più da questo rapporto, stanca di vivere nel mistero.  Per risparmiargli la scelta tra lei e la carriera, quindi, ha dovuto farlo per forza a costo di avere il cuore spezzato. Così, raccogliendo a poco a poco i cocci, Liz inizia una nuova storia, cercando fortemente di non pensare al passato e a Brady. Ad aiutarla a distrarsi occorre Hayden Laine, sua storica cotta e suo ex capo al giornale dell'università. I due intraprendono una relazione sotto gli occhi di tutti, ma il ricordo di Brady le è ancora difficile da mandare via. Semplicemente non può dimenticarsene e Liz non ci metterà molto ad accorgersene.
Il mio pensiero su questa serie dopo la lettura de Il mio ricordo più bello rimane invariato. Se pensavo che Liz e Brady fossero personaggi scialbi e poco credibili, qui confermano la mia ipotesi. Liz l'ho trovata sempre insopportabile e avrei voluto gridarle "Ma che ca**o fai?!?" oppure "Ma ti riprendi puttanella?!" nella maggior parte del romanzo. Questa protagonista trasuda finto perbenismo da tutti i pori!!. Ma anche Brady non scherza, gente. Dopo quello che Liz gli ha fatto, come minimo avrebbe dovuto sudare sette camicie per riprendersi la sua fiducia e invece...niente... il nulla!! L'ha perdonata subito, senza esitazioni. Che nervi! Invece, i personaggi di Savannah e Clay mi intrigano troppo e non vedo l'ora di leggere le loro storie. In questo secondo capitolo sono pochi i momenti tra Liz e Brady, proprio perché cercano di respingersi, ma quei pochi momenti insieme sono carichi di tensione sessuale e ammetto che non mi sono affatto dispiaciuti. Inoltre, in questo libro c'è parecchia suspense perché la loro storia clandestina minaccia sempre più di venire a galla con il risultato di rendere la lettura molto più trascinante. La trama scorre anche se ogni tanto è ripetitiva e la narrazione a tratti ridondante. Resto amareggiata dall'esito che sta avendo questa serie in quanto, ripeto, mi sarei aspettata molto di più, ma non mi sento nemmeno di sconsigliarvela del tutto. Il finale, come nel primo libro, si tiene aperto lasciando il lettore con parecchia curiosità.
                         
 
   
Livello di sensualità: 3/5
Livello di umorismo: 2/5
Finale: Sì Cliffhanger





4 commenti:

  1. Brava Nicky che sei riuscita a proseguire la lettura di una serie che già dall'inizio ti ha poco convinta, io non credo ne sarei capace.
    Come per il primo libro, passo anche stavolta :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Haha grazie Susy. A me non piace proprio lasciare le serie in sospeso >.< Cerco sempre di finirle a qualunque costo...così come i libri, del resto. Le cose a metà non fanno per me :)

      Elimina
  2. Ciao Nicky, questa serie l' ho iniziata, ma, non mi è piaciuta molto, ho fatto fatica a terminarla >.<, concordo con tutto ;)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ella :)
      Purtroppo questa serie non sta soddisfacendo le mie aspettative, ma spero tanto che le storie di Clay E Savannah siano migliori di quella di Liz e Brady :)

      Elimina

Il vostro pensiero è importante ◕‿◕
Lasciate un commento e vi risponderò con piacere ❤